Lettera dei Padri Dottrinari al Santo Padre Francesco

Beatissimo Padre,

nel giorno dell’inizio del Suo ministero di Vescovo di Roma, che presiede nella carità tutte le Chiese, i Padri Dottrinari e le Realtà Laicali a loro unite nel testimoniare la bellezza e l’attualità del carisma suscitato dallo Spirito nel Beato Cesare de Bus, loro Fondatore, gioiscono con tutta la Chiesa per il “Sì” che Ella ha pronunciato al Signore, accettando il “ministero petrino a cui è stato chiamato dai suoi “Fratelli Cardinali”.
Ella ha chiesto preghiera e ha pregato con il popolo festante, la sera dell’annuncio: “habemus Papam”.
Il silenzio, che ha spento in un attimo ogni voce e rumore e cha ha preceduto la reciproca invocazione della benedizione del Signore “del popolo per il suo Vescovo e del Vescovo per il suo popolo”, rimane scolpito nel cuore come il primo atto del suo ministero di Successore di Pietro.
La Madonna, a cui si è affidato con la semplicità con cui un figlio si affida alla madre, e il Beato Cesare veglino sul suo ministero di Vescovo di Roma e di Papa della Chiesa Cattolica. Grazie, ci benedica, Padre Santo.
               

con filiale devozione

              
p. Giovanni Mario Redaelli,
Superiore  Generale